fbpx
 

Misure e componibilità serie City

Le misure delle camerette City

fabbrica camerette

Tutte le misure per le camerette City. Ecco le misure del nostro programma di arredo serie City, una linea di mobili componibili per la cameretta completamente made in Italy, con garanzia 10 anni e spessori strutturali fino a 38 mm. Si tratta di camerette dallo stile moderno con una componibilità pensata per realizzare la tua cameretta ideale adattandosi a ogni misura.

fabbrica camerette

PROGRAMMA ARMADI  •  PROGRAMMA LETTI  •  ZONA STUDIO

Tutte le aziende che producono arredi d’interni, cercano di proporre dei programmi che permettano all’architetto o al Designer maggior flessibilità possibile contenendo i costi di produzione. Questo è possibile grazie alla standardizzazione di moduli da poter assemblare facilmente a seconda delle misure a disposizione. Armadi battenti, armadi scorrevoli, armadi a ponte e ad angolo, vengono progettati in modo da avere a disposizione dei moduli standard dalle misure strategiche per sfruttare ogni spazio e ogni angolo della stanza. La serie City propone armadiature dalla struttura molto robusta, tanto da permettere uno sfruttamento in altezza fino a 295cm. Di seguito descriviamo le quattro categorie di armadi proposte da Doimo CityLine e Fabbrica Camerette.

fabbrica camerette

 

ARMADI BATTENTI  •  ARMADI SCORREVOLI  •  ARMADI A PONTE  •  AD ANGOLO E CABINE


⇑ MENU
Per armadio battente si intende quel modulo che ha per chiusura un’anta battente ossia un pannello munito di cerniere che collegato ad un altro pannello  (fianco dell’armadio) si apre e si chiude in senso orario SX o antiorario DX. Gli armadi battenti vengono proposti nelle camerette City in diverse profondità, diverse larghezze e altezze. I moduli sono affiancabili tra di loro anche tra profondità differenti. Ci sono inoltre dei moduli che permettono il collegamento tra 2 profondità differenti ma ne parleremo più sotto nel capitolo degli armadi ad angolo. Di seguito riportiamo gli schemi riguardanti gli armadi battenti e le misure che li caratterizzano.

 

altezza armadi city line

L’altezza standard degli appartamenti in Italia è di 270 cm, per questo il modulo armadio più adatto ad arredare le camerette è il 263,6 cm. E’ inoltre possibile accostare colonne a differente altezza nel caso di tetti mansardati in modo da sfruttare al massimo gli spazi. Tutti i moduli si possono attrezzare internamente a seconda delle proprie esigenze con ripiani o tubi appenderia (dipende anche dalla profondità del modulo). I moduli più bassi da 19,8 a 99,8 vengono sfruttati maggiormente come cassettiere, comò e comodini, da 131,8 in su cominciano a diventare veri e propri armadi sfruttabili anche come appenderia.

 

misure armadi city

Larghezza e profondità sono altri 2 parametri fondamentali che permettono di completare al meglio la progettazione della nostra cameretta. Mentre la larghezza definisce solo un ingombro e quindi una scelta prettamente legata allo spazio occupato, la profondità denota anche la funzione dell’armadio ossia se sarà da sfruttare solo con ripiani oppure con ripiani e appenderia. La profondità 59,2 è quella standard che può essere attrezzata internamente con tubi appenderia o ripiani. Le profondità inferiori ossia 46,4 e 30,4 solo ripiani mentre la profondità 88 di solito viene tenuta con interno di serie dove per i primi 58 cm circa si appende mentre nello spazio vuoto retrostante ci sono dei ripiani a profondità 30 cm circa.

fabbrica camerette


⇑ MENU
Per armadio scorrevole si intende quel modulo armadio che ha per chiusura un’anta scorrevole ossia un pannello generalmente montato su un telaio munito di carrello che permette uno scorrimento lineare. Gli armadi scorrevoli sono sempre composti da moduli come i battenti partendo però da una base con anta L 87,5 cm, significa che l’armadio più corto è costituito da 2 moduli L 87,5 cm che compreso di fianchi raggiunge per la serie City L 182,5 cm. Armadi scorrevoli inferiori ai 180 cm sono rarissimi, prima di tutto perché più l’anta è stretta, più fatica ad avere uno scorrimento fluido, in secondo luogo l’armadio scorrevole viene scelto molto più per un fattore estetico che pratico, quindi con ante strette perderebbe la sua importanza.

 

armadio scorrevole City

scorrevole City Line

Come evidenziato dallo schema qui sopra, l’armadio scorrevole serie City è proposto in una sola profondità 65 cm. La profondità è maggiore dello standard battente poiché per scorrere le ante si devono sovrapporre. Gli armadi scorrevoli sono limitati anche nelle altezze tenendo sempre conto che sono possibili dei fuori misura con sovrapprezzo. Di serie, i moduli interni comprendono 1 ripiano e 2 tubi ma sono possibili aggiunte di ripiani o cassettiere a seconda delle esigenze. Le ante degli armadi scorrevoli si possono dividere in settori, da un minimo di 2 ad un massimo di 4. Esiste inoltre la possibilità di  scegliere l’anta in 4 settori misti. Per fare chiarezza, di seguito riportiamo le versioni di ante disponibili serie City Line.

ante scorrevoli city

 

anta settori city

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
L’armadio a ponte  non è come molti credono un armadio pensile (ossia appeso a parete) ma è costituito da una vera e propria struttura che consente all’armadio di autosostenersi. La struttura portante è costituita da un pannello (detto pannello sottoponte) generalmente diviso in 2 settori, da una barra in acciaio e da 2 fianchi laterali che possono essere sostituiti da 2 armadi. Per riassumere come nasce la struttura di un armadio a ponte, riportiamo uno schema qui sotto.

 

armadio ponte ad angolo City

 

 

Lo schema riporta la struttura di un ponte ad angolo. Ogni elemento è necessario affinché la struttura sia stabile, quindi non si può sostenere un ponte senza pannello sottoponte o senza fianchi. Dallo schema è chiaro che lateralmente si può sostenere il ponte grazie ad un fianco (lato sinistro) o grazie ad un armadio (lato destro). City Line propone diversi elementi per ponte che variano in altezza larghezza e profondità. Le combinazioni aumentano inserendo anche il modulo ad angolo. Di seguito schematizziamo le principali differenze di larghezza, profondità ed altezza dei ponti lineari e dei ponti ad angolo.

 

schema armadio a ponte

 

La principale funzione dell’armadio a ponte è quella di sfruttare nel miglior modo possibile ogni spazio a disposizione della camera. Sotto l’armadio a ponte è infatti possibile posizionare 1 o 2 letti oppure delle scrivanie sagomate a misura. Gli elementi ad anta del ponte, possono diventare armadi per appenderia o per biancheria piegata, un metodo infallibile per riguadagnare spazio utile anche in vista di un cambio stagione. Il ponte diventa indispensabile nel momento in cui una volta posizionati i letti avanza pochissimo spazio per l’armadiatura. L’apertura dell’anta ponte si trova a 132 cm da terra per il ponte che ospita il letto singolo e 164 cm circa per il ponte che ospita 2 letti, questo per evidenziare che in ogni caso resta ben accessibile anche senza uso di scalette o sgabelli a 3 gradini.

 

ponti ad angolo city line

ponti ad angolo city

ponti ad angolo city line

 

I ponti ad angolo vengono spesso combinati con letto più contenitore retroletto da sfruttare sia come comodino che come contenitore a pozzetto. Il vantaggio del ponte ad angolo è la possibilità di sfruttare gli angoli delle stanze occupando il minor spazio possibile, per questo viene spesso utilizzato come soluzione armadio ottimale dove gli spazi sono ristretti. Come per il ponte lineare, sotto il ponte ad angolo è possibile posizionare uno o due letti scorrevoli per ottenere camere singole o doppie. Mentre per alcuni ponti lineari sono disponibili le ante scorrevoli, il ponte ad angolo è obbligatoriamente con ante battenti.

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
L’armadio ad angolo e la cabina armadio ad angolo sono quei moduli armadio indispensabili per collegare due pareti contigue perpendicolari. Per armadio ad angolo si intende propriamente l’armadio ad elle con ante perpendicolari, per cabina armadio ad angolo si intende quel modulo armadio ad angolo dove i 2 fianchi sono collegati direttamente da una o due ante oblique mentre per cabina armadio ad angolo kubo si intende quel modulo armadio a parallelepipedo con anta battente singola che racchiude uno spazio cabina ad angolo. Per chiarire meglio quanto descritto, di seguito riportiamo gli schemi delle tre strutture.

armadio city line ad angolo

 

L’armadio ad angolo è disponibile anche con cambio profondità per permettere di variare il tipo di armadio che si vuole utilizzare (appenderia o ripiani) ma anche per chi vuole sfruttare una nicchia molto stretta. Le ante dell’armadio ad angolo si aprono in sequenza perché si incastrano l’una nell’altra. Nell’armadio ad angolo non è possibile inserire una cassettiera ma solo ripiani. Di serie viene attrezzato con 1 ripiano ad angolo centrale e tubi appenderia.

 

cabina ad angolo city

 

La cabina ad angolo si divide in 5 versioni che differiscono per dimensioni, numero di ante e profondità dei fianchi. La cabina ad angolo più utilizzata per comodità e dimensioni è la C, dove l’apertura a 2 ante permette una visibilità massima del vano interno e i 2 fianchi da 59,2 cm permettono di collegare 2 armadi classici per appenderia. Le cabine di tipo D ed E vengono sfruttate per posizionare direttamente sul fianco da 96 uno o 2 letti singoli. Le cabine con anta singola sono piuttosto anguste ma ottime per i piccoli spazi come elemento di giunzione tra 2 pareti.

 

cabina kubo cityline milano

 

La cabina armadio ad angolo Kubo è quella in assoluto più compatta ma visivamente più ingombrante, infatti il lato da 90 ossia la profondità viene mantenuta per tutta la lunghezza della struttura dando la sensazione di posizionare in cameretta un armadione molto ingombrante. Il grosso vantaggio è che la profondità 90 cm è inferiore a tutte le altre cabine, armadio ad angolo compreso, quindi necessaria in certe occasioni. Lo spazio interno è sfruttabile sia con ripiani che con cassettiere e tubi appenderia.

fabbrica camerette

 

LETTI SINGOLI  •  LETTI PIAZZA 1/2  •  LETTI A CASTELLO  •  LETTI A SOPPALCO

Il programma letti è piuttosto vario, cercheremo anche qui di riassumere per capitoli in modo da rendere tutto più immediato e comprensibile. I letti destinati alle camerette proposti da City Line si possono dividere in quattro grandi gruppi: singoli, piazza e mezza, a castello e a soppalco. Quando si parla di letti singoli o piazza e 1/2 ci si riferisce al formato del letto sottintendendo che stiamo parlando di semplici letti a terra. Per letti a castello intendiamo 2 letti paralleli allineati uno sopra l’altro mentre per letti a soppalco intendiamo tutti quei letti con struttura rialzata che però non sono allineati uno sopra l’altro ma creano le configurazioni più diverse con letti perpendicolari, disallineati oppure entrambi rialzati. Partiamo di seguito col descrivere i letti a terra singoli e come si possono attrezzare.

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
Il letto singolo è ancora la richiesta più frequente per le camerette di bambini e ragazzi. Si intende letto singolo o a una piazza, quando ospita un materasso non superiore a 90 cm di larghezza. La misura del materasso standard per un letto singolo in Italia è di 80×190 cm. Un letto singolo maggiorato può ospitare un materasso da 90×200 cm. La linea di letti singoli City, comprende sia letti legno che letti imbottiti con una serie di accessori che vanno dal contenitore alla rete estraibile per un letto d’emergenza. Di seguito abbiamo inserito uno schema relativo ai letti legno per poterne descrivere meglio la struttura e le possibili combinazioni con gli accessori.

 

Letti city caratteristiche
Il letto in legno è sicuramente più pratico e se vogliamo igienico rispetto ad un letto imbottito anche se rivestito in ecopelle. Le caratteristiche del letto in legno sono il minimo ingombro, la praticità di pulizia e la resistenza della superficie. Di solito per le camerette è la scelta più vantaggiosa ed anche la più economica. Come vediamo dallo schema sopra, esistono tanti tipi di letti legno che si caratterizzano più che altro per morfologia: giroletto con testiera, contenitore, sommier e turca. Il giroletto con testiera e il giroletto semplice hanno la possibilità di montare ruote piroettanti a vista. Il letto contenitore include un meccanismo a pistoni per il sollevamento della rete e sfruttare così lo spazio sottostante. La turca è la struttura più versatile che permette il montaggio di ruote a scomparsa monodirezionali fresate nel pannello e l’aggiunta di cassetti o rete estraibile per ottenere un letto aggiuntivo d’emergenza.

 

letti city line imbottiti
I letti imbottiti come i letti legno si presentano in diverse configurazioni. La versione più richiesta è sicuramente quella che richiama la morfologia del divano con vano contenitore. Questi letti hanno un aspetto più elegante e sinuoso rispetto ai letti legno e la loro peculiarità è quella di avere una gran varietà di tessuti di rivestimento da scegliere. Non si possono attrezzare con ruote ma possono comunque ospitare nel vano sotto la rete un letto d’emergenza.

 

fabbrica camerette

⇑ MENU
Il letto piazza 1/2 è un’ottima soluzione per chi cerca un letto comodo e spazioso. I letti ad una piazza e mezza necessitano sempre di più spazio nella camera poiché sono piuttosto ingombranti; la misura minima di un letto City Line per ospitare un materasso L120cm è di 130x202cm. City propone letti piazza 1/2 legno e anche imbottiti. Di seguito elenchiamo uno schema dei modelli disponibili per descriverne meglio le caratteristiche.

 

Letti piazza e mezza CityLine
Anche i letti piazza 1/2 si dividono in diverse tipologie, qui sopra riportiamo le 4 principali che corrispondono alle più richieste. Il giroletto con testiera, come nei letti singoli, dà la possibilità di scegliere tra diversi tipi di testiera e di giroletto. Non è attrezzabile ma ha il vantaggio di essere sobrio e leggero alla vista. La turca ha i pannelli di testiera e pediera che toccano terra per nascondere eventuali cassetti o letti d’emergenza alloggiati sotto la rete a doghe. I letti contenitore, si dividono in letti legno e letti imbottiti. Nelle versioni in legno è possibile scegliere tra diverse testiere da montare al giroletto contenitore. Nello schema qui sopra per alcuni letti sono segnate 2 misure. La misura inferiore permette di alloggiare un materasso L190cm, quella superiore un materasso L200cm.

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
Per letto a castello intendiamo quella struttura a doppio letto con sovrapposizione parallela e allineata. Può essere anche semplicemente un letto singolo rialzato con la parte bassa completamente vuota. L’immagine convenzionale del letto a castello richiama lo stereotipo di struttura in legno con scaletta a pioli. Oggi il letto a castello comprende una varietà di soluzioni studiate per tutte le esigenze, cercando di privilegiare comodità e design. Di seguito elenchiamo le tipologie di castello principali proposte da City Line con relativo schema esemplificativo.

 

letti a castello cityline
I letti a castello fissi sono disponibili con scaletta fissa in metallo oppure con pedana per salita posteriore. Le versioni evolute dei castelli fissi sono i castelli scorrevoli: con un semplice movimento monodirezionale la struttura permette di nascondere la pedana di salita posteriore riducendo l’ingombro in profondità del letto a soli 90cm. I letti a castello hanno misure standard, studiate sia per il letto basso che per il letto alto tenendo come riferimento l’altezza del soffitto H270cm. Le pedane dietro il castello hanno una profondità di 45cm, uno spazio studiato per poterci comodamente camminare. La pedana dei castelli fissi è raggiungibili generalmente tramite scaletta laterale a 2 cassettoni ma ne esistono di diversi formati. A quasi la totalità dei letti a castello è possibile applicare un meccanismo a ribalta per agevolare il rifacimento del letto che permette comunque di raggiungere il materasso senza l’uso della scala. castelli cityline tipologieCity Line propone 5 tipi di castello che si differenziano per la struttura del fianco. Giotto ha un fianco con finestra a U ed è costituito dall’incastro di 2 pannelli, in questo modo è possibile avere un fianco bicolore. Luna ha un fianco con finestra a C costituito dall’incastro di 2 pannelli uniti da una trafila in metallo. Line è una variante del castello Luna con testiera più squadrata. Smart è una variante del castello Luna con fianco unico monocolore. Fox è una variante del castello Smart con fianco sagomato, unico modello attrezzabile con scala per salita laterale.

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
Per letto a soppalco intendiamo quella struttura di letto rialzato che può avere una configurazione a letti sfalsati oppure con posizionamento ortogonale. Di solito le soluzioni a soppalco sono visivamente più accattivanti del classico castello perché integrano oltre ai letti anche delle porzioni di armadio a terra o a ponte. Come il castello, anche il soppalco nasce come soluzione salvaspazio. Per raggiungere il letto alto è possibile l’utilizzo di una scala a pioli oppure di un meccanismo a scorrimento che permette di rifare il letto senza sforzi. Alcune soluzioni a soppalco permetto di attrezzare la cameretta con tre letti. Di seguito elenchiamo le tipologie di soppalco principali proposte da City Line con relativo schema esemplificativo.

 

soppalco city genialponte
Il soppalco Genialponte è la soluzione migliore nel caso in cui si debba arredare una parete lunga. Rispetto allo schema riportato ci sono altre 2 varianti più corte attrezzate con moduli ad un’anta anziché due. Il letto alto è scorrevole per permettere durante il giorno di limitare gli ingombri al minimo. Le ruote per lo scorrimento sono fresate all’interno del pannello, costituite da una gomma brevettata adatta anche alle delicate superfici in parquet.

fabbrica camerette

 

SCRIVANIE  •  PENSILI  •  LIBRERIE

Il programma studio comprende tutta una serie di elementi adatti a comporre la zona studio all’interno della camera. Scrivanie e pensili sono tra gli elementi più comuni dato che le camerette sono spesso di piccole dimensioni, si tende ad arredare le pareti in verticale sfruttando elementi appesi. Le librerie a terra sono meno comuni ma comunque molto utili a chi necessita di disporre nella propria stanza di una piccola biblioteca. La scrivania viene scelta in base al numero di utenti che la utilizzeranno, inoltre è possibile scegliere il tipo di sagomatura da adottare per rendere il piano più ergonomico e accessibile. Di seguito riportiamo alcuni esempi di scrivanie disponibili con piani lineari e sagomati.

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
Le scrivanie Doimo comprendono una vasta scelta di piani lineari e sagomati  di spessore 3,8 cm. Oltre al piano è importante la scelta della gamba di sostegno. Tra le più richieste ci sono le gambe su ruote, molto pratiche per la camera piccola dove è necessario rivoluzionare gli spazi in base ai momenti della giornata: la scrivania è bene posizionarla in una zona luminosa durante le ore di studio mentre nelle ore notturne può essere d’impiccio, è quindi  preferibile poterla spostare in un angolo poco frequentato. Di seguito riportiamo le soluzioni più significative proposte per la collezione camerette.

scrivanie cityline

I piani lineari sono in assoluto i più sfruttabili. Se gli spazi lo consentono è sempre meglio puntare su piani senza troppe curvature per rendere la superficie della scrivania completamente sfruttabile. Le curvature sono consigliate per evitare spigoli vivi e per costruire piani di dimensioni superiori a 200 cm dove potrebbe essere più comodo creare 2 zone simmetriche indipendenti.

fabbrica camerette

 

⇑ MENU
pensili sono degli elementi fondamentali per chi necessita di libreria e non ha molto spazio all’infuori delle pareti sopra letti o scrivanie. I pensili più comuni sono i cubotti, di solito utilizzati per la versatilità che offrono nell’arredare le pareti verticali. Sono disponibili in diversi formati sia a giorno che con anta. Le mensole lineari sono le soluzioni più semplici ma anche più versatili ed economiche. Normalmente per arredare la parete sopra la scrivania sono le più indicate perché restano più sfruttabili dei cubotti e anche delle librerie sospese. Di norma le mensole vengono inserite al metro lineare, quindi completamente a discrezione del cliente e dello spazio da arredare. Di seguito riportiamo le soluzioni pensili che City Line mette a disposizione per arredare soggiorni e camere.

pensili Doimo CityLine

I Club riportati nell’immagine qui sopra fanno parte della famosa collezione di cubotti pensili. Il vero scopo di queste piccole librerie è quello di arredare con semplicità una parete rendendola curiosa ed originale. Le tante varianti dimensionali disponibili li rendono davvero adatti a tutto. Domino, Orione, Asia e Simple sono esempi di librerie pensili che derivano dall’evoluzione delle mensole lineari. Il piano della mensola ruotato di 90° in verticale permette di creare giochi geometrici sempre nuovi. La schiena di questi pensili aiuta a proteggere le pareti e aggiunge un tocco di colore in più alla cameretta.

 

fabbrica camerette

⇑ MENU
Delle librerie fanno parte tutte quelle strutture munite di fianchi, schiena e ripiani di profondità utile ad ospitare libri e soprammobili. Tutto ciò di strutturato che non è armadio è libreria! Le parti variabili di questi elementi d’arredo sono: larghezza, altezza, profondità, numero di ante e disposizione dei ripiani. La libreria è la struttura creata per il contenimento dei libri; rispetto ai pensili è molto più sfruttabile e capiente. Come i pensili, può dare vivacità alla stanza grazie alla possibilità di disporre le ante a scacchiera, creando vivaci giochi di colore. Di seguito riportiamo alcune sequenze di librerie da poter creare all’interno della cameretta.

librerie cityline componibili

Le librerie di Doimo CityLine possono essere di quattro differenti profondità: 23,4 – 30,4 – 36,2 – 46,4 cm. Il modello Qik di profondità 30,4 o 46,4 è composto da moduli libreria con doppia spalla, significa che nel momento in cui vengono affiancati più moduli sarà visibile un doppio fianco. Il sistema Qik è infatti utilizzato più per moduli singoli che per composizioni a più moduli affiancati. La profondità 30,4 può munirsi di sole ante mentre la profondità 46,4 anche di cassetti o cestoni. Per ovviare all’accostamento del doppio fianco è possibile scegliere la libreria modello Over dove il fianco (spalla) è in comune tra due moduli consecutivi. Over di profondità 23,4 è disponibile solo con ante mentre 36,2 anche con cassetti o cestoni. Il modello Over è anche più versatile in quanto a dimensioni poiché oltre ai classici elementi L45, L60 e L90 cm propone anche il 30 cm che slancia decisamente la composizione rendendola più leggera. Sulla libreria Over è possibile applicare anche ante a ribalta mentre su moduli Qik solo ante battenti.

fabbrica camerette

Share